Vestaglie bianche

Inserito da iopensa il Sab, 2006-08-12 13:14

Un mondo sgretolato. Che non mi appartiene più. La casa dello zio che osservo seduta in un caffè sulla piazza. La casa del nonno che abbiamo affiancato dopo la frontiera. “Le persone che conosco sono tutte morte”- ripeteva la nonna di sera, quando girava per casa scomparendo piano nelle sue vestaglie bianche. Eravamo lì, ma il suo presente restava incastrato nel passato. Scompariva insieme a lei, sgretolandosi.