Sudafrica - Diario, recensioni e materiale di ricerca

Trailer CAPE Not Another Biennale

Inserito da iopensa il Dom, 2009-02-22 12:19

Appunti presi sul trailer di CAPE Not Another Biennale

Le biennali attraggono molti visitatori, molti dei quali internazionali.
Processo continuo di reinventare cultura e innovazione
L’identità culturale non è solo legata al passato ma è anche definita dalle aspirazioni, non solo quello che siamo ma quello che stiamo diventando.
Cape Town non è solo una remota e splendida città nella punta più a sud dell’Africa ma è una città che sta sviluppando un’identità come capitale culturale dell’arena globale.

Chimurenga trailer

Inserito da iopensa il Gio, 2007-08-09 22:06


Chimurenga si è data ai trailers. Non male.

Workshop di Jay Pather all'Africa Centre

Inserito da iopensa il Mer, 2007-01-24 11:57
Workshop di Jay Pather all'Africa Centre

Workshop di Jay Pather all’ Africa Centre

Dance Club

Inserito da iopensa il Lun, 2007-01-22 11:00
Dance Club

Mi hanno messo nel workshop del ballerino (ottimo Jay Pather).
Ho passato tre giorni a ripetere
Now
I’‘m a dancer
.

Scuola

Inserito da iopensa il Dom, 2007-01-21 21:55
Scuola

Domani cominciano i workshop dell’ Africa Centre. Di nuovo a scuola e non se nemmeno in che classe mi hanno messo. Con il regista, la curatrice, il ballerino o il poeta? Ho sempre avuto problemi di attenzione. Mmm, chissà se hanno anche il permesso di dare i voti.

Partenza (1)

Inserito da iopensa il Dom, 2007-01-21 21:26
Partenza (1)

Matteo è appena partito. Uf. L’operazione di imbarco mi mette ansia.
Mi ha costretto per una settimana a fare la turista.
Mmm. Ha urlato per costringermi a fare la turista. Un po’ c‘è riuscito, e devo ammettere che non è stato così male. Abbiamo trovato la perfetta armonia su una panchina del Giardino Botanico. Un po’ di venticello fresco e un libro da leggere.
Ora resta il lavoro.

Cape Town è una città sicura

Inserito da iopensa il Dom, 2007-01-21 17:52
Cape Town è una città sicura

Ero in camera con Matteo. Discutevamo dei bagagli. A un certo punto mi volto e vedo un ragazzo appiccicato alle sbarre della finestra che con un lungo bastone sta cercano di rubare il mio telefono cellulare, attaccato al carica batteria.
Urlo “Wo wo wo!” fortissimo, insieme ad una lista di insulti (in italiano ovviamente, vengono meglio).
E il ragazzo scappa. Giurerei che mi ha riso in faccia. F