Camerun - Diario, recensioni e materiale di ricerca

Douala: estetica e violenza urbana, 11 gennaio 2004

Inserito da iopensa il Mar, 2005-01-11 21:19

La mattina interventi di Philippe Mouillon, Joseph Owona e Sue Williamson. Non avevo mai fatto il moderatore. E’ divertente.
Nel pomeriggio interventi di Oumar Sall e Aguida Zanol (moderatrice N’Goné Fall).

- la nozione di tempo: la memoria, il presente permanente, effimero-permanente degli interventi urbani – Reazioni che possono generare degli interventi urbani – Coesistenza con la violenza (gestire la violenza, lavorare su situazioni di violenza…) – usare la violenza (una violenza strutturata) per far passare un messaggio – Intenzioni estetiche – molto “geografico”: un critico, uno scrittore, un artista di ogni paese… – interventi che definiscono, puntano il dito, puntano a cercare/creare/evidenziare l’identità di una città, cercare gli aspetti che caratterizzano una cultura. – Relazioni con il contesto e con comunità locale – tema della collettività e del lavorare in modo collettivo, transnazionale – autore e target: chi è l’artista, chi dirige chi, chi dirige cosa – qualche volta secondo me è più sano il mondo del “profit”, piuttosto che quello del “no profit”. E’ più chiaro, onesto e ha un obiettivo più semplice e meno ambiguo. Le associazioni impiegano poi persone a volte in modo meno regolamentato rispetto alle aziende. Evitano i sindacati, le procedure, la burocrazia. Inoltre a volte sono in competizione con le aziende stesse. Sono progetti che vale la pena di valutare esclusivamente in termini economici.

Douala: prime presentazioni, 10 gennaio 2005

Inserito da iopensa il Lun, 2005-01-10 21:05

Presentazioni post-pranzo.
La cosa inquietante degli incontri in Africa è il numero degli inviti che bisogna portarsi dietro. Senza invito non si entra. In aggiunta, sempre uscire con il passaporto.

Vengono dati alcuni consigli operativi. Usate il preservativo con gli sconosciuti (detto però con una classe di cui io manco completamente), e occhio a quello che fotografate. Fino al 2000 era proibito fare fotografie nella città. Resta che non si possono fotografare i tutti gli edifici pubblici e gli edifici militari (compresi ponti, aeroporti, strade…).

Finiti i consigli pratici cominciano gli interventi. La verità è che non riesco a seguire la rapidità degli interventi. Ad ogni modo li ho registrati e sono state raccolte le presentazioni scritte. Di seguito metto solo alcuni appunti e alcune frasi che ho trovato interessanti, o alcune questioni centrali che mi sembra siano emerse. Ovviamente però si tratta della mia comprensione, arbitraria e approssimativa.

Interventi di Lionel Manga, AbdouMaliq Simone e Dominique Malaquais.

Douala: Cerimonia di apertura, 10 gennaio 2005

Inserito da iopensa il Lun, 2005-01-10 21:02

La sala è piena. Tutti operatori culturali, artisti, urbanisti, architetti, sociologi, antropologi attenti come a scuola, con i tre cameraman che ronzano intorno. Un’atmosfera da lavori in corso. Riconosco nella sala i partecipanti che ho già incrociato in questi giorni e qualcuno che già conosco: l’artista Sue Williamson (una delle fondatrici di Public Eye) e William Wells (responsabile Townhouse Gallery del Cairo). Qualche minuto fa Marilyn mi ha presentato altri partecipanti. Ci ho messo un buon momento per riconoscere una signora che avevo già incontrato a Dakar, vista durante la conferenza che ho fatto alla Biennale insieme a Cédric Vincent. Ricordo che era intervenuta alla fine delle presentazioni sostenendo (e mettendo anche in dubbio allo stesso tempo) l’intervento di Ery Camara; molto agguerrita.

Ars & Urbis - Simposio Internazionale sull’Arte Urbana

Inserito da iopensa il Lun, 2005-01-10 03:06

Douala Camerun, 10-15 gennaio 2005
Presentazioni di progetti, interventi critici, dibattiti, proiezioni di video e immagini, visite.

Un’occasione di confronto internazionale sul rapporto tra arte e città.
Un’occasione di incontro per critici, artisti, urbanisti, sociologi, operatori culturali e urbani.
Un’occasione di riflessione sugli indicatori d’impatto.

Goddy Leye, Bessengue City 2003. Intervento urbano. Foto Sandrine Dole

Douala: pranzo con Sandrine e Pierre sul fiume, 8 gennaio 2005

Inserito da iopensa il Dom, 2005-01-09 03:40

pensa-douala-fiume-3-600.JPG

Una rara giornata di foschia sul fiume.

Douala. Prima puntata: conferenza stampa, 8 gennaio 2005

Inserito da iopensa il Sab, 2005-01-08 21:15

Dsc00520-douala-giardino-600.JPG

La conferenza stampa si è trasformata in una chiacchierata. Siamo al tavolo: Marilyn Douala-Bell e suo marito Didier Schaub (i due responsabili dello spazio Doual’Art), l’architetto Jean-Charles Tall (ideatore tra l’altro delle stazioni di servizio Elton dell’Africa Occidentale, costruzioni polifuzionali estremamente significative nel tessuto urbano di città come ad esempio Dakar), la curatrice N’Goné Fall (curatrice di esposizioni alla Biennale di Dakar e di Bamako, ricercatrice, direttrice di pubblicazioni d’arte specializzate sull’Africa e – recentemente – co-fondatrice di un’associazione culturale senegalese per la promozione delle produzioni artistiche digitali e connesse alle nuove tecnologie), l’operatore culturale Oumar Sall (fondatore dell’associazione di scrittori senegalesi “Groupe 30” diventata oggi una delle più importanti organizzazioni di promozione artistica di Dakar, e responsabile del network culturale africainfo), la giornalista televisiva Viviane Maghebe detta Maghy (produttrice di “Plastica, Art”, trasmissione televisiva mensile camerunese alla tv nazionale STV dedicata alle arti visive e realizzata in collaborazione con l’artista Goddy Leye), Lionel Manga (epistemologo camerunese autore del testo introduttivo del simposio) ed un altro giornalista. Questi sono alcuni argomenti emersi.

Simposio Ars & Urbis - Douala, Camerun

Inserito da iopensa il Sab, 2005-01-08 04:56

radio-17-600.JPG

Dal 10 al 15 gennaio si svolge a Douala in Camerun il simposio internazionale “Ars & Urbis” su arte e città africane a cura del centro d’arte contemporanea Doual’Art.

Testo introduttivo al simposio di Lionel Manga in francese (file PDF 25KB)