Interventi, conferenze e lezioni

Seconda edizione del Festival AfroPixel a Dakar

Inserito da iopensa il Mar, 2010-05-11 09:00

Presento il progetto Mobile A2K a Dakar, l’11 maggio 2010 all’interno del programma di conferenze della seconda edizione del festival AfroPixel.

WikiAfrica su Radio3

Inserito da iopensa il Mer, 2010-02-24 10:00

10 minuti su Radio3 all’interno del programma Chiodo Fisso.
WikiAfrica con la colonna sonora della Pan African Space Station (WikiAfrica playlist selezionata da Ntone Edjabe e Stacy Hardy). Racconta Iolanda Pensa.

Mercoledì 24 febbraio alle 10:50 su Radio3 e poi in podcast.

Corso 2009-2010 di Economia dell'Arte alla NABA

Inserito da iopensa il Ven, 2009-10-30 09:00

Corso 2009-2010 di Economia dell’Arte alla NABA.
La descrizione del corso e le lezioni con bibliografia.

Convegno Mobile A2K alla Fondazione Rockefeller Bellagio Center, 5-9 ottobre 2009

Inserito da iopensa il Lun, 2009-10-05 09:00

Mobile A2K: Resources, Interfaces and Contents on Urban Transformations.
Conferenza alla Fondazione Rockefeller Bellagio Center, 5-9 ottobre 2009.
Convegno promosso dalla Fondazione lettera27, a cura di Iolanda Pensa e Roberto Casati.

Festivaletteratura di Mantova 2009

Inserito da iopensa il Mer, 2009-09-09 11:57

Due lezioni per il corso di Introduction to Fashion della NABA Summer School

Inserito da iopensa il Gio, 2009-07-02 09:00

Due lezioni per il corso di Introduction to Fashion, NABA Summer School, 2 e 8 luglio 2009.

Documentazione e bibliografia su Branding Africa – Fashion Design NABA Summer School 2009.

Conferenza all'Accademia d'Arte di Bergamo

Inserito da iopensa il Gio, 2009-04-16 09:00

Lezione all’Accademia Carrara di Belle Arti di Bergamo:http://www.accademiabellearti.bg.it/web/ all’interno del corso e su invito di Alessandra Pioselli.

Make it Sexy: Storia, storie e storiografia del sistema dell’arte contemporanea africana. 
Arte contemporanea africana vuol dire tutto e niente. C‘è chi pensa che sia uno stile, chi un’identità riconoscibile in un gruppo di intellettuali, chi la produzione culturale di uno o più territori, chi un’ideologia, chi il simbolo dell’esclusione di una larga fetta di mondo dal più vasto ambito dell’arte internazionale. Percorrendo la storia delle esposizioni, delle pubblicazioni e delle istituzioni che si sono focalizzate sull’arte contemporanea africana appare chiaramente che intorno all’import-export dell’arte contemporanea africana sono emersi innumerevoli modi di rappresentare e vendere l’Africa, la sua produzione e i suoi artisti.

Global Visions: Towards a New Internationalism in the Visual Arts, (a cura di) Jean Fisher, Kala Press, London 1994, pp. 176.
Art Criticism and Africa, (a cura di) Katy Deepwell, Saffron Books, African Art and Society Series, London 1997.
Reading the Contemporary: African Art from Theory to the Marketplace, (a cura di) Olu Oguibe e Okwui Enwezor, Institute of International Visual Arts (inIVA) e MIT Press, London 1999.
Afriche, Diaspore, Ibridi: Il concettualismo come strategia dell’arte africana contemporanea, (a cura di) Eriberto Eulisse, AIEP Edizioni, Bologna 2003.
Sulla storia dell’arte contemporanea africana in “Africa e Mediterraneo”, n. 55, Agosto 2006. Introduzione di Iolanda Pensa – http://io.pensa.it/node/1400
Iolanda Pensa, Make it sexy: La promozione dell’arte contemporanea africana in L’arte etnica tra cultura e mercato, Skira, 2008 http://io.pensa.it/node/1731
Iolanda Pensa, Relazione finale Interculture Map Arte, 2006 – http://io.pensa.it/node/1455
Clémentine Deliss, Seven Stories about Modern Art in Africa, Flammarion, New York 1995.